giovedì 16 febbraio 2012

Agapornis allevato a mano non vuole più la gabbia

-DOMANDA-
Buongiorno, cercando su internet sono arrivata a questo sito che forse può
aiutarmi.
Circa 2 mesi fa ho trovato un inseparabile ,che probabilmente era stato
abbandonato, sotto ad un pino vicino al mio posto di lavoro. Dopo aver chiesto
ai vicini di chi fosse, e non avendo avuto reclami, l'ho preso, portato a casa
e portato dalla veterinaria per sapere innanzitutto se stava bene e come
comportarmi in quanto non avevo mai avuto un inseparabile prima d'ora (io AMO
follemente ogni genere di animale e sono cresciuta in mezzo ad animali di ogni
genere essendo tutti in famiglia amanti degli stessi. Non ho però, io
personalmente, mai avuto un uccellino..e non sapevo quindi come comportarmi per
farlo sentire amato e coccolato come poverino evidentemente, non era mai stato
amato prima). Con l'aiuto di una ragazza gentilissima dell'associazione Li.pu.
ho imparato a capire cosa dargli da mangiare e come allevarlo nel migliore dei
modi, ed ora è amatissimo sia da me che dal mio compagno. Sin dal primo giorno
nel quale l'abbiamo trovato ha subito manifestato sintomi molto affettuosi come
strisciarsi contro le dita delle mani, o contro il collo per avere le coccole
nella testa, voleva sempre stare sulla spalla (cosa che per quei pochi grammi
che pesa..cucciolooo.. l'abbiamo subito tenuto fuori), cinguettava quando
doveva fare i bisogni e non li faceva finchè tu non lo mettevi nella gabbietta,
benchè fosse sempre aperta, e stesso atteggiamento anche per quando aveva fame.
Sembrava perfetto, quasi irreale, tant'è che la veterinaria rimase colpita dal
comportamento..e ci disse che sicuramente era stato abituato così!
Ora..a distanza di due mesetti su per giù.. ha iniziato a perdere il "vizio"
del cinguettare per evidenziare il bisogno di fare i suoi bisogni (ma non mi
preoccupa tanto, basta pulire..) ma ha iniziato a cinguettare in modo
acutissimo, continuo e sempre più forte appena lo metto in gabbia perchè,
magari devo cenare e se non lo metto in gabbietta tende a venire sul tavolo, e
per quanto lo ami..vorrei abituarlo a dare retta diciamo, come prima. Ora ha
iniziato pure a dare delle testate se lo si lascia in gabbia più di circa 4/5
minuti..ne tira di forti su qualsiasi cosa ci sia nella gabbietta e non voglio
assolutamente che si faccia male..così dopo tentare con voce alta di farlo
smettere e non considerarlo per qualche minuto, presa dalla paura che si faccia
male lo tiro fuori e immediatamente smette saltandomi sulla mano quasi come per
avere la fretta di uscire e starci vicino! Poi altra cosa che non aveva mai
fatto, ha iniziato a mordere..l'altro giorno giocava con i fili dei miei
calzetti di lana che avevo addosso, e mi ha tirato un morso fortissimo tanto
che mi ha fatto un buchino nel piede! Un dolooooreee, l'ho messo in gabbia per
"punizione" ma stesso discorso..testate, strilli etc. così dopo un pò l'ho
tirato fuori perchè, ripeto, non voglio assolutamente che si faccia male!
come devo fare per migliorare la situazione??sopratutto perchè non voglio che
si faccia male dando queste testate e penso anche che..d'estate, abitando a
piano terra, sarebbe bello lasciarlo (quando siamo a casa ovviamente) nella sua
gabbietta in giardino, vicino a noi ma che possa sentire anche gli altri
uccellini.. vorrei che si godesse queste cose, senza farsi del male perchè
proprio, è l'ultima cosa che voglio!
attendo consiglio, grazie mille!

-RISPOSTA-
Devo dire che il comportamento del tuo Inseparabile è molto particolare! Difficilemente dimostrano una così alta intelligenza nel segnalare le loro intenzioni e cercare di comunicare con l'uomo. Sicuramente è un esemplare allevato a mano ma è astato particolarmente seguito nell'educazione e ha passato senz'altro molto tempo con l'uomo.
Credo che i suoi padrone precedenti vi fossero molto affezionati.
In ogni caso da quello che mi dici ultimamente ha cambiato atteggiamento ed è molto più vispo. Purtroppo non credo sia facile far fare agli Agapoirnis "quello che vogliamo noi" basta pensare che ognuno di loro ha un proprio carattere differente (questo lo testato di persona).
Non ti resta che armarti di pazienza e cercare di abituarlo a stare anche da solo, magari inserendo qualche gioco per pappagalli nella gabbietta.
La gabbia dovrebbe essere per lui "la casa" il nido dove sentirsi protetto però se è troppo abituato a volare libero per casa può non sopportare più di stare in quel posto stretto.
Non ci hai detto quanto grande è la gabbia e se ci mandi qualche foto magari cerco di capire l'età dell'inseparabile.

Ciao

"Unisciti a questo sito" alla tua destra, potrai essere sempre informato al rilascio di nuovi articoli.

Per fare la tua domanda o partecipare a questa discussione puoi scrivere a info@agapornisitalia.com o cliccare qui sotto su COMMENTI

Nessun commento:

Posta un commento

I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento:

Segui per Email