lunedì 2 maggio 2011

Coppia di Roseicollis da dicchiarare.


-DOMANDA MARIA CRISTINA-
Ciao Luca,
ho scoperto il tuo sito per caso e l'ho trovato interessantissimo!!
Io ho una coppa di inseparabili, dei quali ti ho mandato le foto, da 10 mesi e credo siano dei agapornis roseicollis.
Questa coppia mi è stata regalata appunto 10 mesi fa, da un collega che non poteva più tenerli, che a sua volta li aveva ricevuti in regalo... credo abbiano cambiato diversi padroni sino ad arrivare a me... quindi io non posso risalire alla loro età, ne provenienza.
In 10 mesi hanno fatto 3 cove, dalle quali sono nati dei pappagallini bellissimi che io ho poi dovuto regalare ad amici e parenti perché non posso tenerli tutti!!

Vorrei porti alcuni quesiti:

1) Appena i piccoli diventano autonomi la femmina già depone altre uova. Praticamente sono di un continuo riprodursi. Qualcuno mi consiglia di separe il maschio dalla femmina per qualche tempo solo con una retina, perchè il fatto di fare troppe uova e stare spesso ferma a covare, potrebbe sfibrare e far ammalare la femmina. E' vero questo?


2) Ti ho spiegato prima la storia dei mie due pappagallini. Una volta qualche mese fa sono riusciti ad aprire la gabbia e uscire... avevo la finestra aperta e sono volati via!!! sono stata malissimo per due giorni, quando la fortuna ha voluto che i monelli si sono rifugiati in casa di una persona che conoscevo entrando dal balcone!!
Questa persona all'inizio non voleva restituirmeli perchè sosteneva che entrati dentro casa sua ormai erano i suoi. Poi mi ha vista stare male, ha visto che avevo i piccoli nel nido e si è convinto a restituirmeli. Dopo questo episodio un mio amico poliziotto mi ha consigliato di denunciare a qualche autorìta il mio possesso dei pappagallini, per testimoniare che sono i miei. La mia domanda è: ma come faccio se questi pappagallini non hanno l'anello?
Io non conosco la loro provenienza ne la data di nascita.. cosa posso fare??
Io vorrei registrare i miei da qualche parte e se si può fare anche i piccoli che nasceranno.


3) Come faccio a distinguere il sesso dei nuovi nati?
Ti ringrazio in anticipo per le tue risposte!!!! Buona giornata. Maria Cristina


-RISPOSTA-
Ciao Maria, ben venuta nella community AgapornisItalia!

Ne ho sentite tante ma quella del vicino che non vuole restituire i pappagallini al legittimo proprietario che oltretutto ha i piccoli nel nido le supera tutte...la crudeltà umana...per fortuna alla fine ha messo una mano sulla coscienza e te li ha restituiti.


Ti confermo che i tuoi sono due bei esemplari di Agapornis Roseicollis ancestrali.
In quanto Roseicollis non vengono dicchiarati alla CITES quindi che io sappia non c'è maniera per dicchiarare che siano di tua proprietà anche perché non hanno segni distintivi...
Per cui le soluzioni sono due: o leghi le porticine della gabbia con dei bei fili di ferro o provi a chiamare l'ufficio CITES del Corpo Forestale dello Stato della tua città e gli spieghi la questione.
Potrebbero farti fare ugualmente una dicchiarazione e registrarla con un protocollo.

Per la prima domanda devo dire che con l'alimentazione abbondante che diamo ai nostri Inseparabili è difficile fermare le riproduzioni in ogni caso non occorre che separi il maschio dalla femmina, non risolveresti niente, anche perchè la femmina depone le uova ugualmente anche senza maschio.
In dieci mesi tre cove sono nella norma.

Ora arriva l'estate bisogna fermarli.

Togli il nido e non esagerare con l'alimentazione...vedrai che le deposizioni dovrebbero se non altro diminuire.

Per l'ultima domanda come leggerai in tutta internet...non si può distinguere il sesso a vista sui Roseicollis per cui per sapere il sesso della prole devi mandare delle piume ad un centro che analizza il DNA...prezzo sui 12-15 euro ogni campione.


P.S. Dalle foto mi pare di vedere che stai usando un nido per coccoriti, ti consiglio di cambiarlo con un nido per Inseparabili, sono a sviluppo orizzontale e più grandi...

Ciao Maria Cristina.


-CRISTINA MARIA-
Grazie mille per la tua risposta luca!
PS: non sapevo che quello è un nido per cocoriti e quindi non va bene... li ho avuti già così... provvederò a cercare il nido adatto!
Grazie ancora.
Maria cristina


Cliccando sull'icona SEGUI alla tua destra, potrai essere sempre informato al rilascio di nuovi post.

Per fare la tua domanda puoi scrivere a luca@agapornisitalia.com.

5 commenti:

  1. Grazie mille per la tua risposta luca!
    PS: non sapevo che quello è un nido per cocoriti e quindi non va bene... li ho avuti già così... provvederò a cercare il nido adatto!
    Grazie ancora.
    Maria cristina

    RispondiElimina
  2. salve ho un paio di domande da porle...i miei roseicollis hanno fatto 3 pulli che ora sono intorno al 45 giono di vita ed escono gia dal nido...il problema e' che ogni volta che escono vengono presi a beccate dai genitori, e' normale o devo separarli?
    un altro problema e' che hanno deposto un nuovo uovo di una nuova covata con i pulli "vecchi" ancora dentro...cosa mi consiglia? sentivo che per la femmina non va' molto bene fare molte covate....li lascio fare o butto le nuova uova???
    ultima domanda: e' vero che nell'acqua e' consigliato mettere un goccio d'aceto?
    grazie mille in anticipo. claudio.

    RispondiElimina
  3. Be tra una settimana tirali via così da lasciare in pace la coppia...è difficile tenerli tutti assieme, a meno chè tu non abbia una voliera.
    Per fare fermare le riproduzioni vedi cosa c'è scritto nell'articolo sopra...cmq tu lasciale le uova ormai...
    Per l'aceto: serve perchè non si formino alghe nell'acqua e quindi non ti diventa verde il beverino...io usavo una goccia di limone che credo sia meglio però ora non lo faccio più. Quando il beverino diventa verde lo lavo...
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. @luca:perchè non metti più il limone nell'acqua?Comunque io la cambio tutte le mattine e lavo il beverino ogni volta..forse esagero :-)

    RispondiElimina
  5. Fai bene tu...io non lo faccio per una questione di tempo, io cambio l'acqua ogni due giorni e in estate ogni giorno...

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento:

Segui per Email