martedì 16 febbraio 2010

Distinguere il sesso degli Agapornis: "Metodo Naturale"

Sicuramente la cosa più importante e allo stesso tempo difficoltosa per un allevatore di Agapornis è distinguere il sesso di un esemplare, infatti escluse alcune razze come Taranta, Canus e Pullarius gli Inseparabili non presentano diformismo sessuale.
Abbiamo già ampiamente discusso di quali sono i metodi scientifici per determinare il sesso ed abbiamo anche in parte parlato di un metodo "Naturale".
Il metodo più naturale per formare una coppia di Agapornis rimane quello di inserire in una spaziosa voliera i giovani pronti alla riproduzione (tutti della medesima specie mi raccomando) e lasciare che la natura faccia il suo corso..ossia che le coppie maschi-femmina si formino spontaneamente: quando vedremo che due esemplari stanno sullo stesso ramo vicini, si imboccano a vicenda o si coccolano sapremo che tra i due c'è affinità e molto probabilmente formano già una coppia affiatata!

Ma c'è un altro metodo se non abbiamo la voliera a disposizione, "l'osservazione".
Introducendo due esemplari in una gabbia da riproduzione provvista di nido e tutto in necessario saremo in grado di stabilire se si tratta di una coppia o in ogni caso potremo probabilmente scoprire qual'è il sesso dei due conviventi.
Se i due pappagallini litigano spesso per entrare nel nido probabilmente abbiamo messo insieme due femmine due femmine, se se ne infischiano proprio del nido e ci vanno dentro solo a dormire senza nemmeno prendersi la briga di imbottirlo con tanti rametti avremo quasi certamente due maschi..

Personalmente mi è capitato un esempio che più lampante non si può:

Nido abitato da due femmine:


La coppia era formata da due femmine che hanno condiviso il nido ma hanno deposto le uova separatamente e contemporaneamente.

Dopo la deposizione le uova sono state tolte per evitare un inutile spreco di energie delle femmine in una cova. Le due femmine di Agapornis sono state divise e messe ciascuna con un partner maschio ora formano così due ottime coppie.

CONSIGLI SUL NIDO:
Ricordo che i nidi di Agapornis devono essere a sviluppo orizzontale (non come quelli delle coccorite) e le dimensioni di norma sono circa 15X15X25cm.
Un esempio di nido corretto per Agapornis può essere questo: Nido per calopsite e inseparabili - Con posatoio, finestrella e gancio di sicurezza, realizzato in legno
Ha colore personalizzabile (ma io li lascio sempre senza alcun colore) e si possono adirittura scegliere le misure! Prezzo dai 5 agli 8 euro. Molto comodo per essere on-line.

Se ti è piaciuto questo articolo iscriviti gratuitamente al blog! In questo blog vengono pubblicati nuovi articoli quasi ogni giorno. Cliccando su SEGUI alla tua destra potrai essere informato ad ogni nuovo articolo pubblicato!

7 commenti:

  1. articolo ben fatto ma io non sono ancora certa: ho due rosaicollis ma non so di che sesso sono. ora vi spiego, quando, li , le abbiamo presi/e stavano sempre insieme ma in questi giorni uno dei due quello che penso sia maschi ha iniziato a beccare l' altro .Forse è per il nido che ho messo circa da un mese anche se fosse per questo è strano perché hanno iniziato a litigare molto dopo averli masso il nido?
    Ti do delle informazioni che forse ti servirebbero:
    tutti e due rosicchiano e mettono tra le penne carta,
    è aggressivo e matto, l' altro invece è docile ma ogni tanto di punzecchiarti senza alcun dolore,
    quando abbiamo preso uno dei due il signore ha detto che era una femmina,
    hanno otto mesi circa ,
    quello matto è molto territoriale .
    non vorrei usare penne portarle in un laboratorio o cose del genere
    rispondetemi al più presto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ciao


















    '

    RispondiElimina
  2. Non c'è niente da fare, l'unica maniera sicur al 100% per sapere il sesso é il test del DNA.
    Se invece non vuole fare questo test si deve armare di pazienza e aspettare.
    Intanto dal comportamento che mi ha descritto direi che si tratta di due femmine....comunque un mese é poco per pretendere già delle uova. Li deve lasciare assieme, nutrire con misto semi e pastoncino all'uovo oltre che qualche frutto e verdura.
    Deve fornire un osso di seppia e grit.
    Non devono mancare nella gabbia i bastoncini di salice o bamboo o ulivo...ma mi sembra che lei li abbia già messi.
    A questo punto non c'è che aspettare e vedere se depongono delle uova...se i litigi invece continuano meglio togliere il nido e lasciare la coppia a riposo per un mese e poi riprendere.

    RispondiElimina
  3. Salve io ho due inseparabili gli ho avuti in regalo dicendomi che sono maschio è femmina gli ho messo il nido con un po di rami e pagliuzza ma vedo che nessuno dei due ancora portano rami quant'altro nel nido però sia il giorno che le notti entrambi vanno a dormire dentro al nido

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Vincenzo, grazie di averci scritto.
      Dovresti dirmi che Agapornis sono e da quasnto stanno insieme.
      Considera che i Roseicollis fanno pochissimo il nido mentr epersonata e fischer lo imbottiscono fino in cima.
      Comunque se vanno a dormirci dentro è un ottimo segno, per me devi lasciargli tempo e vedrai i risutlati.
      Dagli pastoncino all'uovo, osso di seppia e grit sempre. Non fargli mancare il bagnetto.
      Ciao!

      Elimina
  4. Ciao Luca, ho 2 Fischer..stanno insieme da poco più di un anno...e a dicembre del anno scorso hanno cominciato a farsi il nido...si imboccavano a vicenda e vanno molto d accordo. Per un periodo dopo aver fatto il nido uno cercava di salire sopra l altro che però scappava! Dopo circa un mese ha smesso di provarci! Uova niente! Entrambi hanno ogni tanto uno strano comportamento: sembra che facciano sesso con la mangiatoia!! È un segno che sono 2 maschi o non c'entra niente? Grazie

    RispondiElimina
  5. Tutti i sintomi che mi hai descritto mi fanno pensare che siano due maschi. Anche perché se fossero due femmine o una coppia avresti trovato a questo punto qualche uovo.

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento:

Segui per Email