venerdì 4 dicembre 2009

Allevamento allo stecco degli Inseparabili Agaspornis

Sempre più spesso riceviamo richieste di persone più o meno esperte che intendono allevare allo stecco degli esemplari di Agapornis.
Allevare allo stecco un pappagallo significa prelevare un esemplare dal nido a 15 giorni di vita, e completare il suo svezzamento tramite la somministrazione di un apposita pappetta che sostituisce il famoso "latte di pappagallo" materno in modo tale da addomesticare il soggetto e renderlo docile.
In questa maniera l'animale non dovrà più stare in gabbia per forza ma potrà uscire e stare tranquillamente con noi.


Ci rendiamo conto che la cosa possa essere grandiosa vedendo i risultati che si ottengono ma vogliamo ricordare che l'allevamento allo stecco degli inseparabili deve essere fatto secondo certi criteri e con l'ausilio di una determinata attrezzatura.
Allevare a mano i nostri pappagallini può regalare grandi soddisfazioni ma prima di tutto bisogna chiedersi se veramente abbiamo il tempo di seguirli..non soltanto durante la fase di svezzamento ma anche nella loro lunga vita da adulti.


Un Agapornis allevato allo stecco non si comporterà come un normale esemplare della sua specie ma si "innamorerà di noi" ci terrà compagnia e giocherà con noi ma pretenderà anche lui la nostra stessa compagnia.
Se valutati questi aspetti pensate di poter acquistare un esemplare allevato a mano o di allevarlo personalmente allo stecco vedrete che non ve ne pentirete il vostro piccolo inseparabile vi riserverà un mondo di sorprese.



Ciao a presto!

2 commenti:

  1. Il link al mini-manuale non è più valido... Comunque il sito mi piace molto complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della segnalazione!
      Il link è stato rimosso.
      Purtroppo la guida non è più disponibile ma ci sono molto articoli per l'allevamento allo stecco nel nostro sito AgapornisItalia.com.
      Inoltre presto pubblicheremo una guida ben fatta.
      Ciao

      Elimina

I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento:

Segui per Email