sabato 17 ottobre 2009

Allevare papagallini Inseparabili (Agapornis)

Allevare pagallini Inseparabili può sembrare una cosa facile ma per un ottima riuscita dobbiamo conoscere delle tecniche che non sempre sono a conoscenza di tutti!
Ci sono molte procedure
, attrezzature, diete, accortezze che solo con l'esperienza si imparano; faremo quindi un travaso di conoscenze da un allevatore con anni di esperienza a tutti voi.
I buoni risultati non mancheranno se seguite attentamente i nostri consigli.
Potrete ottenere delle coppie riproduttive in grado di generare delle covate da 4, 5 o 6 pulli.
U
na coppia di agapornis in un anno può arrivare a tre-quattro deposizioni generando più di 14-20 piccoli, la cosa importante è non sfruttare i nostri amici agapornis oltre il loro naturale ciclo di riproduzione, ma farle riprodurre secondo il loro ritmo biologico come vedremo in seguito.
Un altro consiglio che do a tutti gli interessati all'allevamento dei pappagalli, è di leggere questo libro che è stato per me fonte di ispirazione: Allevamento ed etologia dei pappagalli.Un libricino veloce da leggere, ma davvero ben fatto. Un manuale di partenza dal quale potrete attingere tutte le informazioni necessarie per il benessere dei vostri pappagalli e dell'allevamento. Vi tornerà sicuramente utile sia per pappagallini di piccola taglia che...non si sà mai in futuro..di pappagalli più grandi e costosi!
 
Partiamo a parlare degli Agapornis:
La maggior parte delle persone che acquistano una coppia di Inseparabili lo fa per tenersela come animale da compagnia, confido nel fatto che chi invece chi intende intraprendere un allevamento di una o più coppie di Inseparabili al fine di farle riprodurre sappia che è un impegno e che porta via un po di tempo ogni giorno..più che un hobby è una passione.
Passiamo a descrivere le due tecniche principali di allevamento per gli Inseparabili.
Esistono 2 tecniche di allevamento per gli Agapornis: allevamento in colonia (coppie multiple in una voliera)o allevamento in gabbia da cova (coppie singole). In ognuna delle tecniche vi sono dei pro e dei contro..quello che è certo è che sono due tecniche completamente diverso e che hanno obbiettivi diversi.
Passiamo alle descrizione delle due tecniche di allevamento per Inseparabili:


ALLEVAMENTO IN COLONIA:
Tecnica di allevamento che consiste nell'inserimento di vari esemplari della medesima specie all'interno di una voliera, che si divideranno in coppie seguendo una selezione naturale, ossia saranno loro stesso a scegliersi il partner.
Obbiettivi:
Obiettivo di questa tecnica è fare vivere una vita ai papagallini più simile possibile alla vita in ambiente naturale, infatti gli Agapornis in natura vivono in stormi di svariate centinaia di individui, gli inseparabili sono pappagalli molto sociali.

Pro:
Con questa tecnica si gestisce una sola gabbia per tutti gli esemplari
per cui non comporta un grande impegno in termini di organizzazione e tempo da parte dell'allevatore.
Contro:
Questa tecnica è snobbata dagli allevatori infatti non si possono ottenere accoppiamenti mirati, inoltre un soggetto ferito o malato in una voliera sarà probabilmente escluso e attaccato da tutti altri.
Altro svantaggio sta nel fatto che a volte può capitare che un agapornis entri in un nido e rompa le uova di una covata.
Note Importanti:
Le dimensioni della voliera devono essere rapportate al numero di inseparabili in essa inseriti tenendo conto anche delle eventuali nascite future.
Il numero di nidi inseriti deve essere doppio rispetto al numero di coppie di agapornis per garantire che ogni coppia possa scegliere il proprio nido senza litigare.
Voliere per l'allevamento in colonia.

ALLEVAMENTO IN GABBIA DA COVA: Tecnica di allevamento in cui si devideranno le coppie per gabbie per cui ogni coppia avrà il la sua gabbia e sarà isolata da tutte le altre.
Obiettivi:
ottenere accoppiamenti mirati e quindi mutazioni .Esistoni infatti delle "regole" con le quali un allevatore può conoscere in anticipo, in base alla mutazione dei genitori, il colore risultante dei figlii.

Pro:
Questa tecnica è la preferita dalla maggior parte degli allevatori, infatti permette di ottenere una selezione delle specie e delle mutazioni, con questa tecnica si sono ottenuti tutti i colori degli Inseparabili che noi oggi conosciamo (originariamente i personata ancestrali erano soltanto verdi).
Inoltre con l'allevamento in gabbia da cova possono essere tenute sotto controllo meglio le covate ed essendo separate le coppie si riproducono meglio e con meno intoppi rispetto l'allevamento in colonia.
Contro:
E' necessario conoscere il sesso dei soggetti che formeranno una nuova coppia in maniera da non perdere tempo.

Note Importanti:
Se si alleva nello stesso ambiente varie coppie è preferibile che esse siano isolate tra loro e che quindi "non si vedano", per ottenere ciò è sufficiente inserire tra una gabbia e l'altra un pannello plastico o di cartone scuro od opaco.

Esempio di allevamento in gabbie da cova 45X45X60


PAPPAGALLINI ALLEVATI ALLO STECCO
Chi avesse invece adottato un pappagallino allevato allo stecco (ossia avezzato artificialmente dall'uovo fin da piccolo) lo può tenere tranquillamente libero per casa, rietrerà poi la sera nella sua gabbietta per riposare.
Anche se effettivamente durante il girono il pappagallino ha molte possibilità di volare sarebbe comunque auspicabile, anche in questo caso di utilizzare una gabbia adeguata, pensando ai giorni in cui magari non potrete farlo uscire.
Quindi anche in questo caso meglio una gabbia che sia almeno 50X50X60 o magari con apertura superiore (tipo questa IMAC GABBIA AGATA).

 
Nella prossima parte passeremo ad approfondire l'allevamento in gabbie da cova, le attrezzature e i particolari di questa tecnica di allevamento per inseparabili.

Se ti è piaciuto il mio articolo iscriviti a questo blog e diventa sostenitore ne leggerai molti altri gratuitamente!
Saluti a tutti!

7 commenti:

  1. vorrei sapere se è vero che gli inseparabili non si possono accoppiare se non fra loro (inseparabili roseicollis con altri tipi di inseparabili tipo fischer)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si possono accoppiare solo fischer con fischer roseicollis con roseicollis...se no vengono fuori degli ibridi

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie! É un piacere che gli articoli siano utili ed é un piacere ricevere un feedback

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento:

Segui per Email