venerdì 26 agosto 2016

Ritorno dalle vacanze di Piki

" Sono tornato dal mare presto faro pubblicare dal mio amico Alessio il mio album intitolato, vacanze al mare per ora godetevi la mia linguaccia!!! Ciaooooo!"



I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento qui sotto :-)

 "Unisciti a questo sito" alla tua destra, potrai essere sempre informato al rilascio di nuovi articoli.

mercoledì 10 agosto 2016

Raro, personata Albina cerca compagno!

Mi chiamo Piero e lei si chiama NEVE perchè è bianca! Sta cercando un compagno portatore albino possibilmente blu cobalto (lei è un personata albino). C'è qualche pretendente disponibile*;) occhiolino. Il suo numero di telefono è 3473231875 e rispondo sempre io che sono il suo segretario! Grazie.


I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento qui sotto :-)

 "Unisciti a questo sito" alla tua destra, potrai essere sempre informato al rilascio di nuovi articoli.

sabato 6 agosto 2016

Addomesticamento "soft" per gli Agapornis

-DOMANDA FRANCESCA-
Salve, come potete vedere dalla foto ho 2 roseicollis nati lo scorso dicembre. Hanno sempre avuto paura di noi e non si sono mai fatti avvicinare. Ora invece da tre giorni, si avvicinano e " mordicchiano" il dito, accettano anche dei pezzettini di noce o arachide. Se però apriamo la gabbia si ritirano. Aggiungo che sono fratelli nati in casa, i loro genitori vivono nella stessa stanza ( ovviamente in un'altra gabbia). Vi chiedo se c'è speranza che possano acquistare ancora più fiducia, visto il recente progresso e cosa possiamo fare per aiutare ad accrescere la fiducia. Accettano volentieri la presenza e il " dito" delle mie bambine. Grazie per la risposta. Saluti. Francesca 



-RISPOSTA-
Ciao Francesca!
Grazie di averci scritto e mandato la foto dei tuoi aga!
Complimenti per aver raggiunto già questo grado di fiducia con i tuoi Roseicollis.
Quello che stai facendo tu è un addomesticamento dei tuoi pappagalli con un "metodo soft".
Significa che invece di fargli un imprinting forzato allevandoli allo stecco fin da quando hanno pochi giorni di vita, stai cercando di farli avvicinare a te convincendoli che non sei pericolosa e anzi sei amica.
Questo è un approccio, se vogliamo, eticamente più corretto; nel senso che è il pappagallo a scegliere in che misura sarà affiatato il vostro rapporto.
Ovviamente questo medoto ha uno svantaggio che sarebbe il maggior tempo necessario per arrivare ai risultati.
Comunque la risposta definitiva è si! Ci sono stati molti allevatori che hanno conquistato la fiducia dei loro pappagalli in questo modo.
Per quanto riguarda la loro paura quando metti le mani nella gabbia potrebbe essere dovuta al fatto che invadi il loro territorio. Questo li mette a disagio e non gli piace. Prova a restare più vicina che puoi alla porticina di ingresso.
Man mano che prendono fiducia nel mangiare dalla tua mano potrai permetterti di tirarla anche fuori del tutto dalla gabbia.
Ovviamente sempre attenzione ad avere porte e finestre chiuse e nessun gatto nelle vicinanze.
Facci sapere come va.
Se qualche lettore ha già avuto questo tipo di esperienza e vuole dare il suo consiglio a Francesca ci farebbe molto piacere che scrivesse nei commenti qui sotto l'articolo! grazie :-)
Ciao

I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento qui sotto :-)

 "Unisciti a questo sito" alla tua destra, potrai essere sempre informato al rilascio di nuovi articoli.

martedì 2 agosto 2016

Inseparabili smarriti Roma

Sono stati trovati due inseparabili (che potete vedere nelle foto) a Roma , Quartiere Talenti.

Ci scrive Vanessa che aprendo la finestra si è ritrovata in casa un Agapornis Fischer.
Il giorno seguente, richiamato dal fischer arriva anche un Roseicollis.

Vanessa è stata molto brava a prendersene cura ma sta cercando i proprietari di questi agapornis.
Se qualcuno in zona avesse smarrito il suo inseparabile può contattarci a questo indirizzo:
info@agapornisitalia.com





-VANESSA-
Buongiorno,
navigando su internet ho trovato il vs. sito, avrei bisogno di un aiuto . Ieri sera ci è entrato in casa dalla finestra un pappagallino , vi allego le foto. Non sapendo che fare sono andata in un negozio di animali vicino casa , mi ha detto che si tratta di un inseparabile  sicuramente domestico , ho comprato mangime , una gabbia  con accessori. Non ho avuto molte difficoltà a prenderlo  e appena messo nella gabbia si è lanciato subito nella vaschetta dei semi ed ha mangiato e bevuto ininterrottamente per circa un’ora e mezza, ho messo anche della frutta fresca ben lavata , ma non l’ha mangiata .Poi si è addormentato. Stamattina  si aggrappava di continuo alla gabbia con il becco spostandosi in questo modo su e giù, ho aperto la gabbia e dopo una mezz’ora è uscito  e ha svolazzato per la sala emettendo dei suoni, mi sembrava però abbastanza spaventato, così dopo un po’ lo abbiamo preso e rimesso in gabbia.  Il pappagallino è privo di anello , ho sparso la voce e messo un annuncio sul portone , nel caso in cui qualcuno lo stesse cercando. Ora però che devo fare? Qual è il modo migliore per tenerlo nel caso in cui non mi contattasse nessuno per riaverlo? Devo prendere un compagno? Dovrei sapere all’incirca l’età per prenderne un altro? E soprattutto cosa dobbiamo fare questi primi giorni per farlo ambientare e per fare in modo che non abbia  paura di noi? Insomma come vedete ho un mucchio di domande , non avendo mai avuto pappagalli  ho bisogno di aiuto per farlo stare bene.
GRAZIE MILLE DI CUORE .
I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento qui sotto :-)

 "Unisciti a questo sito" alla tua destra, potrai essere sempre informato al rilascio di nuovi articoli.

giovedì 28 luglio 2016

Sondaggio Giugno 2016 - Che tipo di allevamento di Agapornis hai?

SONDAGGIO AGAPORNIS

In questo sondaggio, che abbiamo sottoposto ai nostri gentili lettori Giugno 2016, abbiamo chiesto ai nostri lettori che tipo di allevamento hanno.
Interessante capire se sono più gli allevatori che preferiscono le voliere o le gabbie da coppie singole o se in fine sono più gli appassionati che tengono gli Agapornis da compagnia.

Ecco i risultati:

RINGRAZIAMENTO AI PARTECIPANTI

I nostri lettori sono stati molto disponibili a rispondere al sondaggio e ringraziamo tutti i votanti!

Dai risultati emerge che la maggior parte dei lettori del nostro sito a riprodurre i propri esemplari.
Il metodo più utilizzato è di gran lunga la gabbia da cova (60%) ossia per ogni coppia una gabbia.
In ogni caso l'allevamento in voliera se la cava con un bel 30% dei casi.
Rari gli allevatori che tengono solo esemplari da compagnia.

DEDUZIONI

E' sempre forte in Italia la cultura dell'allevamento ornitologico. Il nostro paese infatti se la sta cavando piuttosto bene anche nelle gare internazionali.

Maggiore esperienza si accumula e si condivide maggiore sarà la capacità di offrire una vita sana e felice ai nostri esemplari e di conseguenza migliori saranno i risultati.

REGOLE DI PUBBLICAZIONE

Il sondaggio è pubblico ed i risultati sono disponibili per utilizzo privato.
Per ripubblicazioni è obbligatorio soltanto citare la fonte: www.agapornisitalia.com

Grazie a tutti e alla prossima.

I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento qui sotto :-)

 "Unisciti a questo sito" alla tua destra, potrai essere sempre informato al rilascio di nuovi articoli.

lunedì 4 luglio 2016

Estate...vacanze anche per i pappagalli!

 

E' luglio..tempo di sole, caldo e per chi può tempo anche di vacanze!

Bè a dire la verità quest'anno giugno sembrava più ottobre con tutta la pioggia che ha fatto! ma in ogni caso non dobbiamo dimenticare che è arrivato il periodo di riposo anche per i nostri Agapornis...si concludono le ultime covate e poi via i nidi!
Con questo articolo voglio darvi alcuni consigli per fare passare un estate felice ai vostri pappagallini: farli riposare, farli mangare bene e anche farli godere delle belle giornate!

Il riposo

La riproduzione in inverno, in estate il divertimento!
Come ben saprete il periodo ideale per la riproduzione degli Agapornis va da settembre a maggio. Il periodo più freddo insomma.
Questo perchè farli riprodurre in estate li condannerebbe a passare intere giornate chiusi al caldo dentro il nido per covare e nutrire i piccoli.
D'estate molto meglio togliere il nido e piuttosto inserire nella gabbia qualche nuovo divertente giochetto tipo scalette di legno, corde o pupazzetti da torturare!
Un p'ò di svago anche per loro farà benissimo!

Un p'ò di relax anche per noi
In questo periodo possiamo passare più tempo con i nostri papagallini senza paura di disturbarli, potete tenere le gabbia anche in un luogo di passaggio.
In fine se avrete più tempo consiglio la lettura di alcuni libri sui pappagalli davvero bellissimi, li potete trovare anche su Amazon dove costano un p'ò meno:

ALLEVAMENTO ED ETOLOGIA DEI PAPPAGALLI

Parola di pappagallo. Le risposte dei nostri amici pennuti

Così facendo vi rilassate e nello stesso tempo vi informate per ricominciare a settembre con la nuova stagione di allevamento più carichi di prima ed energetici di prima. La formazione continua in questo campo è molto importante.


E se volessi portarli in vacanza con me?
Di principio io non sono contro all'idea di portare con se i pappagallini d'estate.
Certo non si può portare un intera voliera ma se avete una coppia in una gabbia che si possa facilmente trasportare non vedo perchè non farlo.
Certo per loro il viaggio in macchina e il cambio ambiente potrebbe essere stressante ma io credo che nella vita non ci si dovrebbe porre dei limiti per le cose che riguardano l'affetto. Se stiamo bene con loro e loro con noi sarebbe magnifico anche averli nella nostra casa vacanze in poggiolo magari a respirare un po di iodio o aria fresca di montagna lasciando alle spalle la città.
Inoltre se non abbiamo nessuno che li possa accudire mentre noi siamo via quella di portarli con noi resta l'unica soluzione.
Non pensatevi infatti di lasciarli a casa da soli per più di due giorni, amgari solo mettendogli un po' più mangime e acqua...ricordate che gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo e potrebbero attendervi brutte sorprese.
Alcuni consigli:
Per il viaggio coprite la gabbia con una coperta chiara in maniera che passi la luce ma che non vedano fuori per non essere spaventati.
La coperta va messa prima di muovere la gabbia e tolta solo quando si è arrivati a destinazione.
Potete in alternativa utilizzare un trasportino per uccelli, avrete molta più sicurezza per il vostro pappagallino. Un esempio può essere questo:
Trasportino secondino per uccelli allevamento in plastica gabbia pappagalli 
Quando arriverete nel luogo di villeggiatura posizionate la gabbia in un luogo sicuro e luminoso. Considerate che dovrete lasciarla li durante il giorno mentr siete in giro quindi valutate sempre la presenza di predatori.
Postazione
Se è vero che nel periodo della riproduzione non bisogna assolutamente spostare le gabbie è anche vero che in estate questo obbligo non c'è e io per esempio in questa stagione sposto le gabbie all'aperto in maniera che si godano anche loro le belle giornate. Questo li fa molto felici e inoltre il sole fa produrre al pappagallo la vitamina D che aiuta a rinforzare le ossa che non è male dopo un periodo di deposizioni.
L'importante è che la nuova postazione sia in alto e alla lontana da possibili predatori. Inoltre MAI esporre la gabbia totalmente al sole! l'ideale sarebbe sempre all'ombra con una piccola parte al sole (1/3 della gabbia) durante alcune ore del giorno in maniera che il pappagallo possa scegliere se prendere il sole o riposarsi all'ombra.
Insomma abbiamo un bellissimo paese con delle estati fantastiche sfruttiamolo!
Alimentazione
in questo periodo consiglio di abolire il pastoncino all'uovo e invece libera fantasia ai mitici spiedini di frutta! Si forse io li vizio un po troppo i miei pappi ma veramente sono felici quando trovano appesi alla gabbia i bastoncini con mele, anguria, ananas...e anche zucchine, pomodori, cetrioli etc..
finite le pietanze si divertono pure a distruggere i bastoncini!
In estate non faccio mai mancare acqua fresca (ricambio più volte al giorno), spesso con qualche goccia di limone e il bagnetto!


In fine vi voglio augurare buona estate a tutti e tanto divertimento!
 

I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento qui sotto :-)

 "Unisciti a questo sito" alla tua destra, potrai essere sempre informato al rilascio di nuovi articoli.

giovedì 30 giugno 2016

Cercasi Agapornis Fischer maschio da adottare

-DOMANDA-

Carissimi,

vi scrivo per una richiesta di aiuto.

La mia carissima amica BLU che vedete nella foto è rimasta sola e vorrei poterle trovare una compagnia. Ho avuto esperienza con un'altra femmina, ma c'era molta litigiosità e Blu ne prendeva di sana ragione.
Ora sta bene,  si è ripresa dalla partenza della sua convivente, ma lanica segni chiari di solitudine.
Blu ha imparato nel tempo a non avere paura di me e abbiamo un buonissimo contatto, ma ...io non sono un uccello.

Blu fa tantissime uova, chiaramente "vuote".

Mi piacerebbe trovarle un uccellino del suo stesso tipo maschio, anche se questo potrebbe aprire il capitolo della donazione dei piccoli, ma affronteremo questo successivamente.

Noi viviamo in provincia di Bergamo, a Romano di Lombardia.

 Vi ringrazio già da ora per qualsiasi aiuto, consiglio, indicazione.




Un saluto a tutti

-RISPOSTA-
Carissima, non posso far altro che pubblicare il tuo annuncio nel sito sperando che qualche allevatore delle tue parti si faccia avanti per portarti un esemplare maschio che tu desideri.
In effetti si capisce che li tratti bene i tuoi pappagallini per cui invito gli allevatori della zona di Bergamo a scriverci ad info@agapornisitalia.com in caso avessero a disposizione un maschio di agapornis fischer.

Un saluti a tutti

I tuoi commenti sono preziosi per noi, lascia un commento qui sotto :-)

 "Unisciti a questo sito" alla tua destra, potrai essere sempre informato al rilascio di nuovi articoli.

Segui per Email